C’è una falla di sicurezza nei processori Intel: per l’azienda non è un problema grave

C’è una falla di sicurezza nei processori Intel: per l’azienda non è un problema grave

La notizia diffusa in questi giorni dal sito di tecnologia The Register individua un preoccupante problema di sicurezza dei processori Intel, i quali, a causa di un errore di progettazione ora necessitano di un aggiornamento che porterà rallentamenti ai computer sui cui sono montati. Secondo il report il difetto potrebbe spianare la strada ad attacchi hacker nella memoria dei personal computer che “custodiscono”, fra le altre cose, le password. Coinvolti tutti i computer che montano chip Intel da 10 anni a questa parte: serviranno patch sui sistemi operativi Microsoft X di Windows e iOs Apple: il problema però è che gli aggiornamenti potrebbero rallentare del 30% le macchine più vecchie.
Secondo Intel, però, il problema non sarebbe così grave da rappresentare una vera minaccia alla sicurezza dei computer, e quindi non ci sarebbe l’eventualità che qualcuno possa corrompere, modificare o eliminare dati. In ogni caso, Intel ha iniziato a fornire aggiornamenti software e firmware per mitigare il problema, sicuramente sufficienti per l’utente medio. E suggerisce, inoltre, di rivolgersi ai rivenditori specializzati in caso di problemi, ed effettuare gli aggiornamenti non appena disponibili.

Contattaci per scoprire come proteggerti