Industrie Saleri Italo: più flessibilità con NetApp

Industrie Saleri Italo: più flessibilità con NetApp

Profilo del cliente
La storia dell’azienda ha inizio nel lontano 1942 quando il Sig.I.Saleri inizia la produzione di componenti per motocicli e oggi in Azienda è presente la terza generazione delle famiglie Saleri.

La sfida:Ristrutturare in modo intelligente l’infrastruttura IT
Industrie Saleri Italo ha storicamente sempre investito nell’ IT con cadenza quinquennale, spinta più dalla necessità di mantenere l’operatività dei sistemi piuttosto che da una reale comprensione dell’importanza e dei vantaggi che un’infrastruttura moderna e flessibile può offrire. “Questo fino al 2008 – afferma S.Z., membro dell’IT Department di Industrie Saleri Italo – quando l’esigenza di ristrutturare l’infrastruttura IT è emersa chiaramente per poter raggiungere una maggiore scalabilità ed efficienza.” La soluzione preesistente, ormai datata, era costituita da server tradizionali statici e mal distribuiti e basata su una soluzione storage priva della flessibilità necessaria all’azienda, che rendeva le procedure di backup complesse e macchinose e non permetteva la scalabilità del sistema. Inoltre i server venivano utilizzati semplicemente come “magazzini” per l’archiviazione statica dei dati e quando lo spazio disponibile era esaurito, l’azienda ne acquistava di nuovi. Una situazione che nel corso degli anni e’ diventata ingestibile con la frammentazione dei dati aziendali su più dischi, poco flessibili e difficili da gestire. Era quindi indispensabile un cambiamento e per questo l’azienda ha deciso di realizzare un’infrastruttura IT condivisa e virtualizzata basata su una soluzione “storage on demand” di NetApp, in grado di assicurare una gestione più intelligente ed efficiente dei dati e delle risorse disponibili.

La soluzione: Più flessibilità, efficienza e scalabilità con la virtualizzazione
“Con la consulenza e il supporto di Personal Data – continua Z. – abbiamo trovato la soluzione ideale alle nostre esigenze nell’integrazione dello storage NetApp in un sistema virtualizzato Citrix XenServer. NetApp infatti ci è sembrato il vendor più innovativo nell’ottica di virtualizzazione dello storage.” Già dal 2008 Industrie Saleri Italo aveva in casa un FAS3020, del quale era pienamente soddisfatta per le funzionalità di thin provisioning, l’elevata flessibilità e la scalabilità offerte dalla possibilità di ridimensionare i volumi in base alle esigenze, senza dover mettere mano al software. La scelta di basare la nuova soluzione virtualizzata su NetApp è stata però dettata non solo dalla precedente esperienza positiva, ma anche dal fatto che NetApp offriva una soluzione di “storage on demand” veramente innovativa per la virtualizzazione e in grado di offrire benefici concreti all’azienda. L’azienda ha quindi recentemente deciso di rivedere completamente l’infrastruttura IT preesistente con un duplice obiettivo: il consolidamento dei dati e la business continuity. Per questo è stato installato un sistema Citrix XenServer per la virtualizzazione dei server con una soluzione storage NetApp FAS3240 Metrocluster integrata e dislocata in due siti distanti 250 metri. Ma quella che è cambiata è stata soprattutto la percezione dello storage, non più considerato un contenitore statico di dati, bensì una soluzione intelligente in grado di dialogare con il software di virtualizzazione. “Con Data ONTAP – continua Z. – la gestione dello storage è delegata completamente al mondo storage. E’ stato questo il motivo che ci ha portati a scegliere NetApp, assieme alle funzionalità evolute del file system Wafl che sono una caratteristica peculiare dell’offerta rispetto ai competitor.”

Vantaggi “Storage on demand”: paghi solo lo spazio utilizzato
La nuova infrastruttura virtualizzata basata su NetApp ha permesso a Industrie Saleri Italo di ottenere alcuni importanti vantaggi, ai quali si aggiunge il risparmio e la tranquillità offerti dalla formula commerciale “storage on demand”, che prevede un canone mensile definito in base allo spazio realmente utilizzato dall’azienda.”Questa proposta commerciale – spiega Z. – è stata percepita come vincente non solo dal reparto IT, ma anche dalla direzione aziendale. Oltre alla possibilità di pagare solo lo spazio effettivamente utilizzato, NetApp si occupa infatti di aggiornare le soluzioni storage e ci offre un “polmone” aggiuntivo in caso di necessita’ temporanee o migrazioni. Un vero valore aggiunto per aziende come la nostra. “Significativi sono stati anche i vantaggi ottenuti in termini di flessibilità e semplificazione delle procedure di backup grazie a Snapshot, che permette di ottenere e conservare diverse copie dei dati sullo storage NetApp da affiancare al tradizionale backup su nastro, eseguito una volta alla settimana e conservato in cassaforte ignifuga. In questo modo la business continuity è assicurata anche in caso di guasto. A questo si aggiungono una maggiore scalabilità dell’infrastruttura e una più efficiente gestione dei dati, il tutto con un risparmio di spazio pari al 30% grazie alla funzionalità di deduplica,che riduce notevolmente il numero di file duplicati e assicura importanti vantaggi anche dal punto di vista economico. “Considerando la situazione economica attuale e dal momento che anche lo spazio ha un costo – conclude infatti Z. – una riduzione del 30% rappresenta un risultato significativo: se infatti il nostro file server principale conta circa 2.200.000 file pari a 1 TB di dati, con NetApp riusciamo a risparmiare 250GB abbondanti”.

Scarica il PDF