Citrix: le applicazioni che ti seguono ovunque, in qualsiasi momento.

Citrix Channel Index, una nuova ricerca presentata in occasione del Citrix Summit 2011 dimostra un considerevole cambiamento nell’approccio verso i principali vantaggi offerti dalla virtualizzazione desktop rispetto al 2010.
“Un anno fa le aziende consideravano la virtualizzazione desktop come modalità pratica per la distribuzione di Windows 7, ma è diventato un approccio molto più strategico”, ha affermato Carsten Thomsen, VP Channel Strategy EMEA di Citrix.

I principali vantaggi della virtualizzazione desktop

Circa il 70% degli utilizzatori hanno citato il “supporto di qualsiasi luogo o dispositivo” come il vantaggio principale offerto dalla virtualizzazione desktop, mentre il 58% indica il miglioramento della sicurezza dei dati e il controllo dell’accesso. La riduzione del TCO rappresenta il terzo vantaggio principale citato dal 57% degli intervistati.
I risultati sono sensibilmente diversi rispetto al Citrix Channel Index dello scorso anno, che riportava come principali vantaggi della virtualizzazione: implementazione desktop più rapida, facilità di migrazione e “supporto di qualsiasi luogo o dispositivo”.
“Le aziende investono nella virtualizzazione desktop considerandolo il mezzo più efficiente per supportare i dipendenti con un ambiente di elaborazione completamente funzionale su qualsiasi dispositivo e in qualunque luogo”, ha dichiarato Thomsen di Citrix. “Con tutti i dispositivi gestiti a livello centrale, il vero cambiamento è dato dal fatto che la virtualizzazione desktop ora è diventata un metodo a livello infrastrutturale per affrontare il problema della sicurezza dei dati”.

Principali driver dell’incremento nell’adozione della virtualizzazione desktop

L’adozione della desktop virtualisation è accelerata dall’impatto di tablet e smartphone, spesso di proprietà dei dipendenti piuttosto che dell’impresa, utilizzati anche per attività lavorative.
“Diversi ruoli e tipologie di lavoratori devono essere supportati con varie tecnologie di virtualizzazione desktop. Il fatto che la consapevolezza dell’utente finale e la gamma di opzioni siano già una realtà rappresenta un segnale della maturità del mercato”, ha continuato Thomsen.
Sulla base delle soluzioni desktop virtuali a livello aziendale i risparmi complessivi in termini di costi ammontano generalmente a circa il 18% il primo anno, per raggiungere il 26% nel secondo anno e il 38% nel terzo anno.
“La virtualizzazione desktop offre alle imprese un modo pratico per sfruttare le potenzialità di tablet e smartphone, riducendo sensibilmente i costi e ponendo le basi per una sicurezza dei dati ampiamente migliorata e per la gestione dell’accesso. Conferisce inoltre un impulso significativo alla crescita e aumenta la flessibilità delle risorse, mentre i risparmi che offre coprono più che ampiamente l’investimento richiesto”, ha commentato Thomsen.

“Si tratta di una tecnologia veramente orientata alla trasformazione che, sebbene matura e collaudata, è ancora abbastanza nuova, tanto che le organizzazioni hanno bisogno di assistenza per comprenderne tutto il potenziale”.

Per avere maggiori informazioni, contattaci senza impegno.