Cryptominer scatenati: si diffondono ovunque e puntano al cloud

Cryptominer scatenati: si diffondono ovunque e puntano al cloud

Nella prima metà del 2018, come evidenziato da Check Point, le infrastrutture cloud hanno dimostrato di essere un bersaglio ambito per i criminali informatici, mentre i programmi che “estraggono” criptovaluta sono diventati molto più pericolosi rispetto al passato.
Oggi come oggi, i cryptominer sembrano aver superato in popolarità i ben noti ransomware, di cui tanto si è discusso negli ultimi anni. A fine 2017, a detta di Check Point, circa il 20% delle aziende nel mondo erano state in qualche modo interessata dal problema del cryptomining, mentre a giugno di quest’anno la percentuale era salita al 42%. Crescono i canali di diffusione di questo genere di minaccia, inizialmente racchiusa soltanto in siti Web infettati da codice malevolo e oggi propagata anche attraverso annunci di YouTube, applicazioni mobili pubblicate su Google Play e messaggi di Facebook Messenger.

Per approfondire clicca qui

Contattaci per scoprire le ns proposte