Kingston: il 2012 sara’ l’anno degli SSD

Secondo Kingston Technology il 2012 sarà l’anno dei Solid State Drive, grazie ai prezzi sempre più bassi dei chip NAND Flash ed i problemi di produzione degli hard disk tradizionali.
In base a quanto riportato, c’è un grande ottimismo da parte di Kingston per l’anno 2012 in termini di diffusione dei Solid State Drive, poiché si creeranno condizioni favorevoli per questo settore di mercato.
La più importante considerazione riguarda il prezzo per GB dei chip NAND Flash che scenderà fino alla soglia simbolo i 1 Dollaro USA per GB, un valore che consentirà di realizzare SSD sempre più economici ed alla portata . Kingston intravede il margine per ipotizzare una primo, vero rimpiazzamento degli hard disk tradizionali con gli SSD, sebbene di taglio ridotto.
A spingere in questa direzione i produttori potrebbero giocare a favore le problematiche legate alla produzione di hard disk tradizionali conseguenti alle alluvioni che hanno colpito la Thailandia, paese che ospita una grossa percentuale di centri produttivi dei dischi rigidi. A margine di questa dichiarazione, Kinston ha manifestato l’intenzione di concentrarsi sempre più sul settore dei Solid State Drive, riducendo l’impegno per quanto riguarda il settore delle memorie DRAM.
Seppure in modo più cauto, si tratta dello stesso approccio adottato da OCZ, ormai concentrata interamente sui Solid State Drive. Kingston, a differenza del concorrente, continuerà a puntare su tutta la produzione NAND Flash (che include, oltre agli SSD, anche i dongle USB, le schede memoria e via dicendo), ma è chiaro che questa tipologia di prodotti sia quella che garantisce maggiori guadagni e soprattutto è destinata ad accrescere in termini di volumi di vendita.