NetApp, ecco lo storage su misura per le medie imprese

Il presupposto per inquadrare i nuovi annunci e le rinnovate ambizioni di NetApp in campo storage è il seguente: la quantità di dati da gestire aumenta a dismisura per tutti, nell’ordine del 56% anno su anno secondo le stime della società americana, e per le medie aziende il problema è spesso drammatico. Fare di più con meno risorse, nell’ottica di non affogare fra volumi di informazioni che via via crescono, è il punto di arrivo e la virtualizzazione (di server prima e apparati e di reti poi) è stato il primo passo.
Antonia Figini, Country Manager di NetApp per il nostro Paese, ha in tal senso così motivato, al cospetto delle soluzioni della concorrenza (Ibm, Dell e naturalmente EMC), la valenza della disponibilità del FAS 2240, macchina che va a inserirsi come nuovo riferimento del catalogo entry-level della società. “Sono convinta che questo prodotto, ma direi più in generale tutta la linea dei sistemi FAS2000, abbia rosee prospettive di vendita. Lo dico – ha spiegato la manager a IctBusiness – perché vediamo l’interesse delle aziende per soluzioni che devono essere semplici, economiche e facilmente gestibili da personale non necessariamente tecnico. Soluzioni affidabili e che garantiscano una possibilità di crescita ed evoluzione che non stravolga quanto fatto fino a quel punto. E questo perché le aziende si sono rese conto che cambiare costa. Costa in termini di hardware, ma ancora di più in termini di formazione delle persone, di abitudini da cambiare e quindi di efficienza del business. Le media aziende hanno gli stessi problemi di quelle grandi, ma meno dati e meno personale tecnico per gestirli”. Per affrontare la sfida del cloud e per ottenere dalla migrazione nella nuvola reali benefici è necessario fare leva su soluzioni tecnologiche e su fornitori che possano fare la differenza. E su questo piano NetApp ha una sua idea ben precisa. “Molti nostri clienti – queste le parole di Figini – ci hanno scelto proprio perché hanno vissuto esperienze negative e hanno scoperto che il nostro approccio unificato nei confronti dello storage e un unico sistema operativo su tutta la linea dei prodotti offrono una possibilità di crescita senza scossoni. Da attuare semplicemente in base alle esigenze di spazio e di problematiche che l’azienda incontra mentre si evolve”.

Richiedici senza impegno maggiori informazioni