Nuovo problema per i chip Intel: arriva la carica degli “zombie”

Nuovo problema per i chip Intel: arriva la carica degli “zombie”

Con l’arrivo della nona generazione di processori Intel si pensava che i problemi architetturali emersi oltre un anno fa, incarnati dagli exploit Spectre e Meltdown, fossero ormai acqua passata. In queste ore la realtà dei fatti è però tornata alla ribalta.Tutti i processori prodotti dall’azienda dal 2011 a oggi sono vulnerabili all’attacco Zombieland che, come Spectre e Meltdown, sfrutta l’esecuzione speculativa. La società di Santa Clara ha distribuito ai partner Oem aggiornamenti del microcode, mentre a livello software sono già intervenuti Microsoft, Apple, Google e Aws.

Per approfondire clicca qui