Qual è il motivo primario che puo’ indurre le aziende a investire nel cloud?

Se avete risposto solo la riduzione dei costi, siete sulla strada sbagliata : sono ben altri i motivi che fanno apprezzare il nuovo modello informativo
Innanzitutto la standardizzazione del software e dei processi di business applicata a tutta la dimensione organizzativa; così come l’opportunità di traslare gli investimenti da una logica Capex a una logica Opex, da spesa capitale a spesa operativa. E’ questo quanto rileva l’indagine compiuta nell’autunno del 2011 da Tata Consultancy Service su un campione di 600 grandi aziende con fatturato superiore al miliardo di dollari, distribuite a livello mondiale.  L’indagine rileva anche un gap tecnologico tra le aziende americane e quelle europee. L’adozione del nuovo modello di servizio IT è infatti più elevata negli Stati Uniti, 19%, mentre in Europa, sempre basandosi sul campione oggetto della ricerca, è solo del 12%. Estremamente positiva la dinamica di adozione prevista nel corso dei prossimi anni. Le aziende USA affermano che nel 2014 il 34% del volume complessivo delle applicazioni sarà coerente con l’impostazione tecnologica del cloud.   Più contenuta la progressione nella dimensione europea: sebbene in termini di crescita medio-annua l’incremento è del tutto ragguardevole: un 25% delle aziende di quest’area geografica afferma che nel 2014 la dimensione applicativa del cloud riguarderà il 25% del volume complessivo delle applicazioni. Ciò che più sorprende è che il cloud sarà oggetto di un investimento più spinto da parte delle aziende appartenenti alle aree geografiche emergenti. In Asia e America Latina, nel giro di un paio di anni, il cloud coinvolgerà più del 50% delle applicazioni aziendali. Significa, quindi, che laddove esistono economie in forte sviluppo e un conseguente minore retaggio legacy la progressione del cloud è destinata ad avere una maggiore penetrazione.
Contattaci se vuoi ulteriori informazioni